città dei fiori

Arrivando a Sanremo i nostri occhi sono colpiti da un meraviglioso panorama: le montagne sullo sfondo, colline digradanti fino al mare, la città annidata nel golfo e poi gli stupendi fiori e una vegetazione tropicale (palme, cactus e cespugli fitti di fiori). Siamo arrivati nella Città dei Fiori, qui si coltivano eleganti rose dal lungo stelo e dall’alto calice, profumati garofani, colorate begonie e camelie.

Sulle colline sanremesi troviamo grandi serre e cisterne d’acqua per l’irrigazione, il cuore della coltivazione dei fiori è proprio qui. La grande abilità dei maestri ibridatori, abbinata alle sapienti cure dei coltivatori e al clima favorevole, ha reso possibile la produzione di fiori così belli, esportati in tutto il mondo. L’elegante sala che ospita ogni anno il concerto di Capodanno a Vienna è addobbata dai meravigliosi fiori di Sanremo. Ancora corolle sanremesi anche a Stoccolma in occasione della consegna dei premi Nobel.

Da sempre le condizioni climatiche estremamente favorevoli hanno reso possibile la crescita di una flora rigogliosa; i turisti che arrivavano a Sanremo in treno si affacciavano dai finestrini per sentire il profumo di agrumi che pervadeva l’aria ed osservare i lussureggianti giardini che circondano le ville cittadine, dove crescono rari esemplari tropicali di piante e fiori. Passeggiando per le sue strade e i viali di palme, si è immersi tra viole gialle, lilla, rosse, sfumate di mille colori oppure tra cespugli di ibiscus rossi, gialli e rosa, ancora ciclamini fucsia e bianchi. Insomma, un variopinto giardino sulle rive del mare. Garofani o rose sono sicuramente uno dei migliori ricordi della città, per essere inebriati dal profumo e dai colori dei fiori anche lontano da Sanremo.

città dei fiori

SPLENDORE DEI FIORDI

SPLENDORE DEI FIORDI

Splendore dei Fiordi  Partecipa ad un tour di gruppo organizzato per ammirare i fiordi più spettacolari della Norvegia: Sognefjord, Hardangerfjor e Geirangerfjord Partendo da Oslo si visitano altri luoghi spettacolari della Regione dei Fiordi: la Strada dei Trolls, il...

Condividi: