Gradara borgo più bello

Gradara borgo più bello d’Italia per l’anno 2018, secondo il pubblico della trasmissione “Kilimangiaro”, condotta da Camila Raznovich su RaiTre. In provincia di Pesaro-Urbino nelle Marche, quest’antico borgo è riuscito ad aggiudicarsi l’ambito riconoscimento grazie alla sua architettura tipicamente medievale. Ha sbaragliato la concorrenza di altri 19 borghi, uno per ogni regione d’Italia, convincendo la giuria di ben 20 esperti, tra cui lo storico dell’arte Philippe Daverio, dal geologo Mario Tozzi e dalla chef stellata Cristina Bowermann. Gradara borgo più bello come teatro della storia d’amore di Paolo e Francesca raccontata nella Divina Commedia di Dante Alighieri. I criteri di giudizio valutavano ogni aspetto della vita del borgo: dall’architettura alle tradizioni, passando per la cucina. Dal 2014 è un appuntamento imperdibile per chi ama l’Italia e un turismo fatto di semplicità e tradizioni passate, un modo coinvolgente per far crescere l’attenzione sulle piccole realtà regionali, patrimonio spesso poco valorizzato. Al secondo posto si è piazzato Castroreale in Sicilia, mentre la medaglia di bronzo è toccata a Bobbio, in provincia di Piacenza.

La fortunata posizione di Gradara la rende, fin dai tempi antichi, un crocevia di traffici e genti: grazie alla vicinanza dal mare, si trova subito nell’entroterra di una delle principali mete turistiche dell’Italia, la Riviera Marchigiano-Romagnola. Terra di mezzo, situata al confine tra Marche e Romagna, Gradara ha preso il meglio da entrambe le regioni. Diverse famiglie nobili hanno vissuto a Gradara borgo più bello: dagli Sforza ai Farnese, passando per i Della Rovere. Il castello di Gradara è noto e suggestivo da diversi secoli; sorge su una collina a 142 metri sul livello del mare e il mastio, il torrione principale, si innalza per 30 metri, dominando l’intera vallata. Il sistema murario e di torri conferma che in più occasioni il borgo migliorò le proprie difese e la porta d’ingresso fortificata lascia senza fiato per l’imponenza che incute quasi timore. Anche la cucina tipica non delude: tipici di queste zone sono i bigol (spaghettoni di acqua e farina fatti a mano conditi con sugo di funghi porcini locali o con sugo di carne “marchigiana”) e il “Gemischt”, mix di vino locale, principalmente Sangiovese, con una piccola aggiunta di gassosa.

SPLENDORE DEI FIORDI

Splendore dei Fiordi  Partecipa ad un tour di gruppo organizzato per ammirare i fiordi più spettacolari della Norvegia: Sognefjord, Hardangerfjor e Geirangerfjord Partendo da Oslo si visitano altri luoghi spettacolari della Regione dei Fiordi: la Strada dei Trolls, il...

CONTATTO

MINITOUR DEL PORTOGALLO

  a partire da 440 euro
Partenze tutti i sabati dal 27 marzo al 30 ottobre 2021
Un breve viaggio studiato per chi ha poco tempo ma non vuole perdere i luoghi ed i monumenti che rappresentano al meglio la storia del paese.

Condividi:

LISBONA E PORTOGALLO

  a partire da 815 euro
Partenze tutti i sabati dal 27 marzo al 23 ottobre 2021
Un viaggio in in bus con guida in italiano che illustrerà la storia e le tradizioni di Lisbona e del Portogallo attraverso luoghi significativi come Estoril Cascais e Sintra.

Condividi:

LUXURY LISBONA

  a partire da 295 euro
Partenze tutti i sabati dal 27 marzo al 30 ottobre 2021
2 notti in hotel 5 stelle e una giornata di visite con accompagnatore. Coccolati con un pranzo gourmet a base di baccalà, ingrediente base della cucina portoghese.

Condividi:
Condividi: