fbpx

CONNEMARA, ISOLE ARAN E DONEGAL

CONNEMARA, ISOLE ARAN E DONEGAL

CONNEMARA, ISOLE ARAN E DONEGAL

Un racconto di viaggio che nasce dalla spettacolare natura che popola le regioni del Connemara e del Donegal, regalando emozioni ad ogni capitolo che si legge viaggiando.

“Dal Donegal alle Isole Aran e da Dublino fino al Connemara, ovunque tu sia danzando con zingari o re il cielo d’Irlanda si muove con te”. Recita così la canzone di Fiorella Mannoia, ed è su queste note che affrontiamo il nostro racconto di viaggio alla scoperta delle zone più selvagge dell’Irlanda.

Dublino/ Castletown House/ Clonmacnoise/ Galway

Il racconto di viaggio che intraprendiamo inizia con la prima colazione. Partenza per la regione del Connemara con sosta a  Castletown House, edificata tra il 1722 ed il 1732 su richiesta di William Conolly, presidente del Parlamento irlandese, rappresenta il primo esempio di architettura palladiana dell’ isola. Al termine proseguimento per Clonmacnoise, sosta per la visita al complesso monastico. Proseguimento per Galway e pernottamento nella sistemazione prescelta.

Galway/ Cliffs of Moher/ Burren/ Galway

Prima colazione. Partenza alla volta delle spettacolari Cliffs of Moher, le scogliere che si estendono per circa 8 Km, e superano i 200m di altezza, offrono al visitatore panorami di rara bellezza. Rientro verso Galway attraversando la regione del Burren, di origine calcarea, modellato dalla glaciazione e dall’ erosione provocata dal clima, questo vasto tavolato è privo di alberi, ma ricco di vegetazione bassa che nel periodo di fioritura tra maggio e giugno, ne colora le rocce. Giro panoramico della città, la più importante del Connemara, passando per Eyre Square, il Quartiere Latino per arrivare alla Chiesa Parrocchiale di San Nicolò e a Quay Street caratterizzata da numerosi locali, pub e ristoranti.

Galway/ Isole Aran/ Galway

Prima colazione. Intera giornata dedicata all’escursione in traghetto alle Isole Aran, arcipelago calcareo dall’aspetto selvaggio caratterizzato da un paesaggio brullo e da una bassa vegetazione. Imbarco per Inishmore, la maggiore delle tre isole, e all’ arrivo possibilità di raggiungere la base del Forte di Dun Aengus tramite servizio di taxi o minibus, oppure noleggiando le biciclette. Un altro sito da non perrdere è l’antico insediamento monastico denominato “le Sette Chiese” che permetterà di ripercorrere la storia religiosa dell’isola. Rientro a Kiloran, il villaggio principale dell’isola e imbarco per il rientro a Galway.

Galway/ Connemara/ Kylemore Abbey/ Westport/ Sligo

Prima colazione. Partenza per la regione del Connemara, la regione più selvaggia e romantica dell’ Irlanda, attraverso i suoi paesaggi mozzafiato fino a giungere alla Kylemore Abbey, splendida residenza in stile neogotico edificata alla metà del 19° secolo sulle sponde di un piccolo lago e circondata dai rilievi dei Twelve Bens, si possono visitare alcune delle sale interne e gli splendidi giardini vittoriani. Al termine proseguimento verso Westport, costeggiando il fiordo di Killary, visita alla Westport House edificio in pietra calcarea che sorge sul sito di una fortezza degli O’ Malley. Proseguimento del viaggio per Sligo e pernottamento nella sistemazione prescelta.

Sligo/ Drumcliff/ Lissadell House/ Glenveagh Castle/ Letterkenny

Prima colazione. Partenza in direzione di Sligo, città natale del famoso poeta Yeats, e proseguimento fino a Drumcliff dove dal 1948 sono sepolte le spoglie del poeta. Sosta per la visita alla Chiesa e alla High Cross, croce in arenaria risalente al XI secolo. Al termine proseguimento verso Carney e sosta per la visita della Lissadel House, tra le sale interne si può visitare anche quella dove veniva ospitato il poeta Yeats. Al termine della visita proseguimento per Letterkenny e pernottamento nella sistemazione prescelta.

Letterkenny/ Newgrange/ Dublino

Prima colazione. Partenza per Newgrange, una delle tombe megalitiche più importanti d’ Europa, sosta per la visita del sito, costruito intorno al 3200 a.C fù riscoperto nel 1699 e quando intorno agli anni 60 iniziarono gli scavi, gli archeologi scoprirono che durante il solstizio invernale i raggi del sole arrivano ad illuminare la sala sepolcrale, creando il più antico osservatorio solare al mondo. Al termine della visita proseguimento per Dublino e pernottamento nella sistemazione prescelta.

 

 

Per maggiori informazioni e prenotazioni per questo itinerario o per crearne uno su misura per te contattami : [email protected]   –  cellulare 320 0935852

Condividi: