fbpx
Cammini d’Italia

Amate le bellezze italiane e il turismo slow? Ecco il sito dedicato ai più bei cammini del nostro paese!

 

L’Italia non è fatta solo di città d’arte e monumenti incantevoli, ma è anche ricca di sentieri suggestivi, che uniscono il fascino della nostra storia alle bellezze paesaggistiche. Per questo nasce il portale “Cammini d’Italia” che per ora raccoglie oltre 40 cammini e percorsi, ideali per lunghe camminate con amici e familiari o per indimenticabili trekking in solitaria. La tendenza che si registra negli ultimi anni è un’attenzione sempre maggiore al turismo slow, a contatto con il territorio. Ed è in quest’ottica che il ministro Franceschini ha annunciato che il 2019 sarà l’anno del turismo lento: “Un ulteriore modo per valorizzare i territori italiani meno conosciuti e rilanciarli in chiave sostenibile, con esperienze di viaggio innovative”.

 

Si promuove così una nuova dimensione turistica, utilizzando forme di mobilità dolce: camminare senza fretta nella natura, viverne le atmosfere e gustare i sapori del territorio. Quindi un turismo alla portata di tutti, per viaggiare “verde”, tutelando la bellezza italiana. Scelta strategica e mirata per evitare il sovraffollamento delle città, dato che il turismo internazionale è in aumento, anche da Stati che prima non se lo potevano permettere. Intanto, con il nuovo portale, si può partire alla scoperta di 6.600 chilometri e 147 snodi mappati. Tra questi, i percorsi dedicati ai santi (come i cammini francescani, lauretani e benedettini) e quelli dedicati ai briganti attraverso l’Aspromonte. Il cammino di Dante, nei luoghi dove scrisse la Divina Commedia, e naturalmente la Via Appia, la Via Francigena, il sentiero Liguria e della Pace, che ripercorre le memorie della Grande Guerra. L’obiettivo di tutti non è arrivare a destinazione, ma di godersi il percorso. Lentamente.

 

Condividi: